Brand reputation: consigli per l’uso

Se ne parla spesso, ma quello della brand reputation non è un concetto nuovo. La fama, la reputazione, il nome, quello che viene detto su un’attività o un prodotto, esiste da sempre.
Da quando esistono Internet e soprattutto i Social Network però, la sua importanza è cresciuta.
Costruirsi una buona reputazione online è fondamentale, al giorno d’oggi.

Da cosa è influenzata.
La brand reputation online è influenzata dalla visibilità sui motori di ricerca, dai rapporti e dalle interazioni, questo soprattutto per quanto riguarda i social network, e dalla storicità del brand.
Sono questi aspetti che riescono ad influenzare positivamente le conversioni. Anche la qualità dei vostri contenuti, sia sul sito internet, che sul blog, sui social o sui forum, influenza positivamente la reputazione online.
La reputazione dipende anche dalla qualità delle relazioni che l’utente intrattiene sul web.

Gli step fondamentali per costruirsi una buona reputazione online.
Per prima cosa è importante fissare gli obiettivi, vi serviranno per coinvolgere e attirare il target giusto. Infatti, una campagna web o una comunicazione poco in focus vi farà spendere soldi, senza ricevere il ritorno sperato degli investimenti. Quindi stabilite un budget e cercate di fissare obiettivi realistici.
Molto importante è anche preparare un piano editoriale che vi permetta di avere una presenza web programmata e costante. Il piano editoriale vi servirà per definire obiettivi, target e scegliere i canali giusti per comunicare. Una volta individuati i canali sarà anche più facile scegliere cosa dire al proprio pubblico.

Customer Care.
Essere sempre presenti per i propri clienti è importante per far crescere la reputazione online. Avere una customer care funzionante, telefonica, via chat o sui social network, sarà molto utile anche per fornire informazioni sui vostri prodotti e per risolvere crisi dettate da disservizi o insufficienza di informazioni sul sito web.

Digital PR.
Le digital PR hanno l’obiettivo di creare relazioni, possibilmente di valore. Questo è particolarmente importante per chi crea contenuti e desidera promuoverli, per raggiungere persone realmente interessate all’argomento trattato. I social network sono le conversazioni e le relazioni ad avere valore. Non monologhi quindi, ma conversazioni. Questo implica anche che la rete vada ascoltata. Vi servirà per scoprire persone del vostro settore che comunicano nel modo giusto per il target che stai cercando. Si tratta di un lavoro che richiede tempo, non avere fretta di individuare gli influencer.

Risolvere le crisi.
Se avete una presenza online solida, probabilmente vi capiterà anche di ricevere critiche. Per avere una buona reputazione è fondamentale risolvere le crisi. Per prima cosa, monitorate le conversazioni sul vostro conto e poi scoprite se qualcuno parla male di voi o dei vostri prodotti. Esistono anche alcuni tool che possono aiutarvi nell’ascolto della rete. I più famosi sono Google alerts, Social Mention, Pin alters, Tag board, Radian.
Se vi trovate di fronte ad una crisi, per prima cosa stabilite quale motivo l’ha scatenata, preparare una risposta, che sia diplomatica e ferma sulle vostre ragioni, ed eventualmente delle scuse, se la situazione lo richiede. Non pubblicate subito, ma fate prima leggere la vostra risposta ad una persona di fiducia.

Ovviamente questi sono semplici suggerimenti, ma non esiste una vera e propria ricetta. L’ideale è modulare la propria strategia sull’esperienza vissuta. In tutto questo poi non deve mancare il marketing sugli eventi, come fiere ed eventi di settore.

E voi, come gestite la vostra reputazione online?

Nessun commento

Rispondi

Codice di verifica:

Come aumentare le vendite del tuo e-commerce grazie ai social network

Online il sito di Hotel Sylvia di Grottammare